Come scritto su Facebook, nello scorso weekend siamo andati a Monaco per vedere Kizumonogatari al cinema durante un evento speciale; quello che non abbiamo detto è che abbiamo scoperto solo in loco cosa fosse in realtà l’evento speciale: l’intero multisala, durante TUTTA la giornata di sabato, aveva in programma una serie di film/serie/OAV d’animazione (e durante gennaio ci sono state altre date in altre città come Berlino, Amburgo, Francoforte, eccetera). Riporto di seguito tutto il programma di sabato 6 febbraio:

09:00 Anime Mirai 2015 (jap sub ted)
09:15 Kookie goes Cookie (jap sub ted)
09:30 Garakowa (jap sub ted)
11:05 DanMachi (3 episodi) (dub ted)
11:10 Kizumonogatari (jap sub ted) / Sleep Tight My Baby, Cradled In the Sky (jap sub eng)
11:15 OVA – Special: Durarara!!x2 / Creamy Mami / Taifuu no Noruda (jap sub ted)
13:15 Anohana Live Action (jap sub ted)
13:30 Love Live! The School Idol Movie (jap sub ted)
15:40 Assassination Classroom Live Action (jap sub ted)
15:50 High Speed! – Free! Starting Days (jap sub ted)
18:05 Cardfight!! Vanguard Movie: Neon Messiah (jap sub ted)
18:15 The Anthem of the Heart (jap sub ted)
20:30 The Laws of the Universe Part 0 (jap sub ted)
20:50 Persona 3 – The Movie #2 (jap sub ted)
23:00 Knights of Sidonia (jap sub ted)
23:00 KIRI – Profession Assassin (jap sub ted)

Come potete vedere, il programma è stato bello ricco, e soprattutto colpisce anche la presenza di alcune anteprime (Kizumonogatari, The Anthem of the Heart, il film di Free!) che in Giappone ancora devono uscire in home video, quindi allo stato attuale praticamente irreperibili in rete. La cosa più interessante era che, acquistando il pass (dal costo variabile di 35-40-50€ a seconda di quando si acquistava), si era liberissimi di vedere qualsiasi spettacolo in programmazione.

Lì sono partiti un po’ di pensieri e chiacchiere: perché in Italia nessuno ha mai pensato di organizzare questo “tour” di giornate uniche nei cinema? Gli appassionati italiani ci spenderebbero tempo e denaro? Mettiamo caso che Dynit o Yamato organizzino un tour italiano con tappe di un giorno a Milano, Bologna, Roma, Napoli e Palermo. Come programmazione ci mettono: una manciata di film nuovi di zecca usciti recentissimamente in Giappone; film/serie/oav abbastanza recenti, ma assenti nel catalogo italiano; una manciata di fondi di magazzino che al cinema renderebbero (sì Yamato, sto aspettando Ninja Scroll al cinema, è il mio sogno bagnato da anni <_<“). Io personalmente lancerei soldi allo schermo, ma so bene ahimé che non tutti sono disposti a sacrifici (economici e non), tuttavia sono convinto che i veri appassionati di animazione ci farebbero più di un pensierino e in qualche modo vorrebbero godersi l’evento.

Ora, i film d’animazione al cinema se la passano male, a parte i soliti Ghibli (che purtroppo o per fortuna sono finiti) e le girellate che fanno discreti numeri. Io fossi un’azienda valuterei un tentativo di un tour simile a quello tedesco, poi se anche così non andrà bene… beh, ci meritiamo la moria di anime in Italia ^^”

My two cents, Tadao.

E voi cosa ne dite? Scrivete i vostri pensieri nei commenti o sulla pagina Facebook!

Questo articolo ha 9 commenti

  1. Les Rispondi

    Forse forse 14 ore al cinema è un po’ troppo…
    Ma davano le serie complete?

    11:05 DanMachi

    13:15 Anohana

    15:40 Assassination Classroom

    23:00 Knights of Sidonia

    Se le serie erano complete, le ore diventano 23 (se ricordo bene, Knights of Sidonia sono 26 puntate, iniziando alle 23:00 finirebbe verso le 08.00 del mattino successivo).

    Se da noi ci fosse un evento simile, e fosse abbordabile (prezzo e luogo di programmazione)

    il mio programma sarebbe:

    09:00 Anime Mirai 2015

    09:30 Garakowa

    11:15 Creamy Mami / Taifuu no Noruda

    13:15 Anohana

    15:50 High Speed! – Free! Starting Days

    20:30 The Laws of the Universe

    23:00 KIRI – Profession Assassin

    Ciao

  2. Emanuele Rispondi

    Credo la tua idea, per quanto allettante, sia troppo in anticipo sui tempi per quello che è il contesto italico… onestamente non credo ci sia ancora la massa critica di utenti per simili iniziative… ci si può arrivare, e ‘sta storia dei simulcast, Netflix, ecc potrebbe seriamente fare il suo sporco lavoro, ma la strada per me è ancora lunghetta

    stiamo pur sempre parlando di un Paese in cui se una cosa che potresti vedere/ascoltare/craccare su internet aggratiss tu la compri sei automaticamente etichettato come un cojone (purtroppo mi è stato detto realmente)

  3. uno qualunque Rispondi

    Si ma guardate che stra-programma, non c’è paragone con i titoli che danno da noi. Non è solo per mie preferenze, ma comunque questo programma spazia in generi molto più vari. Io a questo evento tedesco ci sarei andato (barriere linguistiche a parte) a quelli italiani non ci vado

  4. Netherface Rispondi

    Io ci andrei di sicuro. L’ideale per cominciare sarebbero eventi “misti” dove film ed animazione sono alternati.
    Per esempio un’evento cyberpunk con tutti i cult, da ghost in the shell a blade runner.
    In questo modo si accontenterebbero tutti e le vendite salirebbero e si sa mai che qualche testone si degna di vedere un film d’animazione (o viceversa per i più ciòvani)

  5. falcus92 Rispondi

    Ottima Idea. Sinceramente potrebbe essere una cosa da proporre.
    Se ne deve parlare con qualcuno dei big boss. Il fatto che abbiate messo palermo mi piace 😛 Così posso andare a vedermeli!

  6. Gianlusora Rispondi

    Se mi facessero una cosa del genere penso che mi ci fionderei e romperei i coglioni a tutti i miei amici cercando in tutti i modi di portarli con me. C’è da dire che le volte in cui sono andato a vedere anime al cinema (Madoka, i due SNK, vari film Ghibli) la sala era quasi sempre mezza vuota, se non praticamente vuota.
    Credo che sarebbe veramente un’ottima idea fare un tentativo, per vedere come va. Penso che con un bell’assortimento di generi e un po’ di roba “mainstream” si potrebbe attirare un bel po’ di gente e magari riuscire a farla avvicinare a dei titoli meno famosi.

  7. federtut Rispondi

    Facessero un evento simile qui da noi cercherei di andarci cascasse il mondo, come ho sempre cercato di fare quando Nexo e Dynit (o Yamato che fosse) hanno distribuito questo tipo di opere al cinema.
    D’altra parte mi trovo d’accordissimo con @Emanuele, in Italia si è consolidata, soprattutto tra gli appassionati di anime e serie tv, quella che definisco una cultura del “tutto gratis a qualunque costo”… il che è ironico.
    Basti vedere la gente che impazzisce perché non riesce a vedere quei due minuti e poco più di pubblicità su vvvvid nonostante il servizio sia proprio per quel motivo del tutto gratuito (e a parer mio praticamente sempre di qualità). Figuriamoci pagare un abbonamento mensile o un biglietto del cinema quando “tanto trovo comunque tutto in streaming”.
    Di tutti gli eventi al cinema ai quali sono andato l’unico durante il quale ho visto riempirsi la sala nella mia città invece che le solite 10-15 persone è stata la maratona di Evangelion, e solo perché parliamo di EVANGELION, che si trascina un fandom molto grande da vent’anni.
    Tralasciando il fatto che ‘ste cose le fanno per soli tre giorni in mezzo alla settimana. Scelta del tutto criticabile, ma vabbé.

    Se una cosa ti piace e la vuoi veder sviluppare e diffondere devi supportarla in prima persona.
    Finché non si capirà questo le cose non cambieranno.

  8. Anonimo Rispondi

    Credo che il problema principale sia invece la mentalità, non il fatto che eventi del genere siano a pagamento. Fateci caso: nonostante tutti gli ultimi film siano piratabili, al sabato sera i cinema sono comunque pieni.
    Il problema reale credo sia invece questo: quando si parla di anime con un italiano medio quello inizia subito a sfottere perché è convinto che siano cose da bambini. Non per cattiveria, semplicemente crede esistano soltanto Naruto, Dragonball, Pokemon e compagnia (con tutto il rispetto per chi li segue), e non ha assolutamente idea che sono state prodotte serie come Kara no Kyoukai, Ghost in the shell, Ergo Proxy, Phantom, tutte le Monogatari, ecc… Ecco quindi che i pochissimi eventi anime seri al cinema vengono fatti al martedì e al mercoledì dalle 9,30 fino a oltre mezzanotte… è chiaro che chi già non sappia cosa siano non va a vederli e se si osservano poi le vendite risultano presenti in sala 4 nerd e basta! Chi guarda soltanto in numeri ne deduce che gli anime non interessano praticamente a nessuno e non vede dunque possibilità di sfruttamento del mercato. Se provassero a fare un evento come si deve (studio Ghibli, Makoto Shiinkai, Mamoru Oshii) in un weekend con proiezioni in orari standard sono sicuro che ci andrebbe un bel po’ di gente per semplice curiosità. Come contorno a questo fatto, poi… avete mai visto sui canali televisivi di punta o su siti web non dell’argomento trailer degli eventi Nexo e simili?
    Scrivo questo non per fare polemica ma nella speranza che prima o poi qualcuno si accorga che il pubblico di anime è meno nicchia di quanto si creda e finalmente gli eventi anime al cinema non siano più eventi ma normalità.

    • iononsonoio Rispondi

      Semplicemente ci si copre il dito con la storia della pirateria, per i bassi numeri che fa il “mercato”, quando semplicemente è lo stesso mercato che non si è saputo sviluppare negli ultimi 10 anni.

      Se poi si gestiscono MALE le programmazioni al cinema, non bisogna lamentarsi che vengono solo 4 gatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.